Google+ Followers

Translate

sabato 8 ottobre 2011

Un libro d'amore non fa smettere di fumare e neanche cura la cellulite

Che cosa fa credere che la scrittura abbia ancora qualche significato in un mondo di analfabeti  che leggono al massimo dell'ispirazione libri di ricette e best seller della peggiore specie, titoli di libri che danno l'illusione a chi vuole smettere di fumare, altri che danno consigli dietetici contro la cellulite, altri ancora che elargiscono consigli sull'essere madre, nonna, zia?
Nessun libro dice come essere figlio o marito o fidanzato.
Un fidanzato dovrebbe avere fiducia, perché la fiducia è nella sua definizione. Chi ha fiducia ha rispetto delle scelte dell'altro. Rispetta il suo piacere di stare insieme e anche il suo desiderio di volersene allontanare. Quest'ultima possibilità molto spesso dai fidanzati di oggi non viene capita, neanche accettata, neanche la mettono in conto quando iniziano una storia d'amore. Anzi ritengono di essersi impadroniti del corpo, della mente e del cuore di un altro.
Quel corpo, la mente e il cuore in realtà sono liberi di scegliere e di agire seguendo le loro necessità di libertà.
Un fidanzato che viene lasciato dovrebbe dare all'altro anche la possibilità di allontanarsi. 
Fa male l'abbandono, è risaputo. Ma un fidanzato, colui che ha fiducia delle scelte di un cuore libero che si è donato dapprima mentre ora reclama la sua libertà, non può pretendere che qualcun altro sacrifichi la sua vita per stargli accanto.
Il suo dolore è un ricatto. E' un ricatto ogni sua reazione. Che pianga o si disperi, che minacci il suicidio o la violenza contro l'altro sono tutte forme di ricatto. Un fidanzato che incontra l'amore deve sapere come far fronte al dolore di perderlo, perché l'amore è libertà e gioia: e soprattutto può avere una fine.
La fine non è propria dell'amore, ma è una sua possibilità. Bisogna mettere in conto anche la fine, perché l'amore richiede il piacere di saper essere insieme e sapere stare lontani.
L'amore non si compra né con atti legali né con soldi, né con beni di lusso.
L'amore è scelta del cuore. Bisogna preparare il cuore ad accoglierlo. L'amore ha bisogno di cure e di attenzioni, deve sapere fare il bene dell'altro prima che il proprio.
Un uomo o una donna innamorati possono sbagliare sulla fiducia, possono credere di poter essere  amati per sempre. Perché l'amore è amore per sempre. Può accadere, però, che tutto finisca. L'amore inizia cercando la persona da amare per sempre. Anche lasciandosi si ama per sempre. La libertà di pensiero permette di stare lontano da chi si ama. L'amore della libertà in assoluto permette a chiunque di incontrarsi e di lasciarsi. Quest'amore vale anche per noi, che abbiamo fiducia di stare vicini e bisogno di essere lontani, quando è necessario.
Non si ama con le minacce. Si ama con il coraggio di resitere al sacrificio di un abbandono possibile. Solitamente gli amori che resistono e durano in eterno sono liberi e veri. 
Gli amori esasperati dalle pretese non durano troppo, perché alla prima occasione di ricevere uno sguardo delicato e libero si fugge da una costrizione per incontrare un amore vero che da qualche parte aspetta ogni cuore che ha desiderio di amare.
Un cuore costretto ha desiderio di spegnersi e morire.
In amore non si costringe. E' l'amore che esige coraggio e delicatezza. Le minacce sono proprio di un animo fragile e incapace di amare per sempre.
Perché si dispera chi viene lasciato? Da qualche parte un amore vero l'aspetta. Il dolore del distacco è una reazione della mente che ha bisogno di guardare bene a ciò che è stato, dove si è sbagliato e perché e come e quando.
Una volta che si è superato quel dolore e si è reso più chiaro ogni dubbio, ogni errore, si è cresciuti; e l'amore nuovo che verrà sarà diverso da quell'altro che non si è potuto godere per l'eternità, come è destino di ogni amore.
C'è bisogno di leggere una favola al radicchio, in certi momenti, che profumi di incenso e di salvia. Il Fumo fa male. L'aria di montagna è frizzante, come certe caramelle. Walpole e i suoi fantastici personaggi sono molto divertenti, perché le loro paure sono ingenue e parlano di un mondo che non c'è più, probabilmente non c'è stato mai. Quel genere di Horror è british, come l'educazione o l'umorismo diacronico. Si ride il giorno dopo, quando non te l'aspetti. Bisogna che si compia il destino di tutte le cose.