Google+ Followers

Translate

mercoledì 21 gennaio 2015

Buona notte!

Se avessimo fede nell'uomo potremmo perfino capirlo.
Tra bestia e uomo passano molte differenze. La somiglianza è nell'attesa del pasto.
Animale è l'uomo e il cavallo, scrive Aristotele.
Quanto è pesante l'aria invernale, quasi come le donne quando vogliono affermare la loro superiorità proclamata.
Sono i temporali che cambiano l'aria. Cambiano anche l'umore delle donne.
Gli uomini tacciono, mettendo i diritti a sostegno delle famiglie.
Guglielmo III d'Orange visse di passioni.
"Le passioni sono vinte solo da una una passione più forte!"
Quant'è piccolo il mondo.
La vita è davvero breve.
Il terzo posto è sempre un traguardo da non sottovalutare, anche quando sono i primi due ad essere scelti.
Il bene e il male troppo spesso sono pretesti.
Esistono album delle figurine di persone sconosciute. Molti personaggi noti vogliono essere presenti ritenendo di averne diritto. Non basta loro aver monopolizzato le televisioni.
La televisione non la vede nessun italiano, molti preferiscono una buona lettura di un libro ai programmi di intrattenimento. Infatti l'Italia è al primo posto nella vendita di libri.
La cultura è un termine di contrapposizione.
Il sonno e le malattie tengono alte le speranze.
Ci vorrebbe un nuovo umanesimo per ripiombare nell'incredulità.
Santi e sante sono la bellezza terrestre che si fa spirito.
Quante volte alla settimana mangiate a casa vostra le uova?
"Il caffè a me non fa niente, anzi mi fa dormire!" si dice per leggerezza davanti alle macchinette automatiche poste negli angoli di corridoi angusti.
I treni sono sempre più sicuri di un bagno a stomaco pieno.
C'è sempre tanta gente che nasconde un sacco di cose.
Il fumo delle sigarette non viene neanche più nominato in quest'epoca di ex fumatori. Gli ultimi sopravvissuti sono sempre un po' colpevoli prima di essere penosi.
"Buona notte!"
Tutto tace.
"Buona notte! Allora?"
"Ma sì, buona notte..."