Google+ Followers

Translate

giovedì 8 maggio 2014

Domani

La stanchezza si sente nella parte profonda dell'animo umano. Superficialmente si avverte il disagio che è disappunto, malumore, rancore, perplessità.
La superficie caratterizza animi biechi che vivono senza ricordi, senza tensioni che rinnovano il miraggio dell'essere.
Qualcuno parla. E' un azzardo. Si esprime per sentito dire.
La profondità è verità, dolore, specie.
La superficie è follia, casistica, genere.
Non ha senso parlare alle folle.
E' toccante l'incontro con l'Amore.
Dio è Amore.
La passione è veleno che assale, senza rimorsi. Porta al suicidio mai al perdono.
Si perdona se stessi. E' l'unico gesto sensato a portata di mano.
Il perdono è genere che incontra la specie.
Per il resto c'è sempre il domani, Che accontenta tutti.